Venerdì, 09 Settembre 2016 00:00

Dall'unicellularità alla pluricellularità, cellule simili all'uomo.

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Cari lettori,

questo è il nostro prima articolo della nuova rubrica scientifica di Potenza METEO.

Alcune cellule eucariote mostrano straordinarie capacità di assemblarsi in gruppi. Questa necessità di raggruppamento deriva da condizioni ambientali sfavorevoli in cui vivono tali cellule,condizioni aggravate dalla mancanza di nutrimento. In questo status i singoli individui produrranno un segnale chimico capace di far raggrupare le cellule dello stesso tipo in una colonia che avrà un corpo pluricellulare.

Il corpo pluricellulare in un primo momento avrà l'aspetto di un lumacone che comincerà a migrare alla ricerca di cibo, successivamente se le condizioni sfavorevoli rimango tali si avrà la formazione del corpo fruttifero, che a sua volta innalzandosi, autodistruggendo cellule della colonia per farlo, passerà alla formazione delle spore. Le spore consumano poca energia , inoltre sono molto resistenti e longeve, caratteristiche essenziali per la sopravvivenza delle organismo pluricellulare in condizioni sfavorevoli.

cheating-published

E' incredibile notare come alcuni dei comportamenti cellulari siano molto simili ai comportamenti umani. Pensate a quante volte interi popoli,tribù ridotti per cause esterne a condizioni di fame,povertà abbiano deciso di unirsi, sapendo che solo unendosi e migrando, sarebbero riusciti a sopravvivere. E solo migrando in nuovi territori facendo esperienza delle condizioni avverse hanno saputo adattarsi, a sviluppare la propria resistenza ed infine evolversi.

Letto 1015 volte Ultima modifica il Venerdì, 09 Settembre 2016 18:33

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.