Stampa questa pagina
Giovedì, 14 Dicembre 2017 00:00

8 giorni di freddo con probabili nevicate a bassa quota. Possibile NEVE ALLA VIGILIA DI NATALE. Tanti dettagli !

Vota questo articolo
(2 Voti)

Cari lettori in questo articolo cercheremo di aggiornarvi sulle condizioni atmosferiche che avremo a breve termine più la tendenza per l'intera terza decade di questo dicembre 2017.

Sabato 16 Dicembre ci raggiungerà il fronte freddo, con piogge che termineranno all'alba, per poi riprendere in tarda serata sotto forma di possibili rovesci di neve.

NOTA BENE :

nella notte tra il 16 e il 17, dicembre prima che le correnti cambino da occidentali a settentrionali, ci potrà interessare qualche rovescio nevoso notturno proveniente dal Mar Tirreno , con quota neve 700mt. Poiché le correnti "guida" dei rovesci saranno di ponente OVEST, se la formazione fosse confermata tali rovesci intraprenderebbero il canale di Battipaglia, ovvero l'unica strada dal Tirreno a Potenza senza barriere/ostacoli montuosi, garantendo così una certa conservazione dell'energia di queste celle convettive. Il tutto potrà essere confermato o smentito nel bollettino meteo con le previsioni meteo a breve termine che uscirà domani sera venerdì 15 Dicembre.

Da domenica 17 Dicembre avremo un netto crollo delle temperature a causa dell'arrivo d'aria di origine artica-continentale.  La prima fase fredda durerà dal 17 al 21 Dicembre. Domenica avremo freddo pungente e possibili rovesci di neve generati dall'adriatic effect snow, ovvero dai famosi "trenini adriatici" composti da piccoli rovesci nevosi diffusi a macchia di leopardo. La neve potrà scendere a quote basse (400mt) intereressando il Vulture-Melfese, ma si tratterà di precipitazioni sporadiche e di breve durata che caratterizzeranno sopratutto la prima parte della giornata. Su questo vi aggiorneremo nel bollettino di domani.

Ecco un'immagine che spiega il fenomeno atmosferico:

Immagine

Per lunedì 18 Dicembre il freddo avrà ormai invaso la nostra regione, con gelate diffuse e freddo molto percepibile. Assenza di precipitazioni, nubi e schiarite.

Martedì 19 Dicembre è la giornata con maggiori probabilità per nevicate leggermente più significative di questo primo affondo freddo. Il tutto dipenderà dalla formazione (o meno) e dalla traiettoria di un minimo depressionario. Vi aggiornermo in seguito.

Mercoledì 20 possibili deboli nevicate con forti venti freddi  di Tramontana.

Giovedì 21 giornata di transizione, freddo in graduale attenuazione. 

Per la giornata di venerdì 22 ci sarà un momentaneo rialzo termico di breve durata che anticiperà la seconda irruzione fredda.

 

Dal 23 al 25 Dicembre avremo un nuovo e probabilmente più intenso calo delle temperature, generato dal passaggio d'aria molto fredda continentale con venti settentrionali intensi. La dinamica che ci interesserà impatterà sopratutto sulle zone adriatiche ed il meridione, meno coinvolte le zone tirreniche, essendo tale massa d'aria proveniente dai Balcani. In base all'estensione e alla configurazione barica che assumerà la colata fredda, a seguire potremo stabilire se avverrà la formazione di minimi depressionari sul Mare Nostrum e quindi la formazione di precipitazioni nevose consistenti o meno, precipitazioni che nel caso fossero confermate scenderebbero a quote molto basse. Altrimenti le precipitazioni possibili saranno solo quelle generate dall'Adriatic Effect Snow. 

 

Dal 26 al 30 Dicembre ci sarà un graduale rialzo delle temperature a causa di un cambiamento di circolazione atmosferica. Il flusso atlantico proveniente dalla Gran Bretagna, sfondando il muro anticiclonico, potrebbe favorire la discesa di qualche rapida perturbazione atlantica. Questo significa un aumento termico per il centro sud che si troverà sul richiamo prefrontale e, quindi, un aumento delle temperature anche sulla nostra regione con possibili piogge e/o nuvolosità diffusa.

RIMANETE AGGIORNATI E GRAZIE PER L'ATTENZIONE !  

Letto 6228 volte Ultima modifica il Venerdì, 15 Dicembre 2017 07:59
Potenza Meteo

Ultimi da Potenza Meteo