Estate 2018, caldo record in Europa settentrionale.Colpa del global warming?

Secondo un articolo del WWA(World Weather Attribution) del 28 luglio il caldo eccezionale avutosi sull'Europa settentrionale in questa estate 2018 si può attribuire al riscaldamento globale in corso.Il WWA, infatti, ha lo specifico obbiettivo di verificare se esistano o meno strette correlazioni fra eventi atmosferici intensi(uragani,ondate di calore,di freddo,siccità e alluvioni) con il riscaldamento globale.

Analizziamo prima l'intensità di tali fenomeni.

Questa estate 2018 ha fatto registrare temperature estremamente calde sulla penisola Scandinava,Danimarca e Paesi Bassi.

Estate 2018

Anomalie temperature superficiali

Dal punto di vista delle piogge si sono manifestati deficit proprio su tali aree più Irlanda e Gran Bretagna.

Anomalie piogge

L'ondata di caldo avutasi sulla penisola Scandinava è stata talmente intensa che la stazione meteo della città di Jokioinen nella Finlandia meridionale ha fatto registrare una temperatura massima di 32.1°C. Un valore mai raggiunto in oltre 100 anni di dati.

Nelle aree color arancione/rosso la siccità ha ormai raggiunto valori allarmanti.

Estate 2018

Aree ad estrema siccità

DANNI A VEGETAZIONE E AGRICOLTURA

Agricoltura

Secondo i resoconti dei media , gli agricoltori si aspettano una diminuzione delle rese delle colture di alcuni ortaggi fino al 50%. La raccolta di grano in Svezia potrebbe diminuire di oltre il 40%. La Polonia ha osservato la siccità su quasi il 65% delle terre arabili. La Germania si aspetta che i suoi raccolti di cereali siano il 20% in meno del normale. In Estonia, il ministro per gli affari rurali ha affermato che si prevede che tra il 30 e il 70% delle colture estive potrebbe fallire. E in Danimarca, i raccolti primaverili di verdure e cereali sono diminuiti del 40-50%.

 Vegetazione

La Svezia ha osservato circa 50 incendi boschivi durante il picco del calore a metà luglio, che, secondo l'Organizzazione meteorologica mondiale, è stata la peggiore esplosione di incendi previsti nei record moderni. Il caldo estremo nel lontano nord ha anche portato al riscaldamento del lago e degli oceani. E quando le acque si scaldano così velocemente, le condizioni diventano favorevoli per le fioriture di alghe pericolose. Il Mar Baltico in particolare ha visto le sue più severe fioriture algali negli ultimi decenni.

Conclusione del WWA

La loro analisi preliminare ha rilevato che il cambiamento climatico causato dalle attività umane ha aumentato la probabilità dell'ondata di calore di questa estate di cinque volte in Danimarca, tre volte nei Paesi Bassi e due volte in IrlandaPer la Scandinavia, gli scienziati hanno concluso che i cambiamenti climatici aumentavano le probabilità di un'ondata di calore, ma la variabilità dei dati rendeva difficile dire esattamente di quanto.

 

Nessun commento ancora

Lascia un commento